«Mosca colpevole del cyber attacco più distruttivo della storia»

«Mosca colpevole del cyber attacco più distruttivo della storia»

Lo ha dichiarato la Casa Bianca. «Era parte dello sforzo del Cremlino di destabilizzare l'Ucraina»

WASHINGTON - La Casa Bianca denuncia che «nel giugno 2017 l'esercito russo ha lanciato il cyber attacco più distruttivo e costoso della storia», denominato "NotPetya", che si è «rapidamente diffuso nel mondo, causando miliardi di dollari di danni in Europa, Asia e in America».

«Era parte dello sforzo del Cremlino di destabilizzare l'Ucraina e dimostra ancor più chiaramente il coinvolgimento della Russia nel conflitto in corso», aggiunge, ammonendo che questo attacco «sconsiderato e indiscriminato affronterà conseguenze internazionali».

 

 

Fonte: 20 Minuti