Treno deragliato, «ha ceduto la rotaia, per 20 centimetri»

Treno deragliato, «ha ceduto la rotaia, per 20 centimetri»

Si sta delineando la dinamica dei fatti dell'incidente ferroviario avvenuto questa mattina a Seggiano di Pioltello alle porte di Milano

MILANO - È di tre, forse quattro, morti e 46 feriti il bilancio dell'incidente ferroviario avvenuto questa mattina a Seggiano di Pioltello alle porte di Milano, stilato dal centro di coordinamento dei soccorsi allestito nella prefettura. Dei feriti, dopo la riclassificazione dei codici che avviene nei pronto soccorso, 5 sono in codice rosso, 8 in codice giallo e 33 in codice verde.

Soli 20 centimetri - Potrebbe essere stato il "cedimento strutturale" di un tratto di 20 centimetri di rotaia, la causa del deragliamento. «Si tratterebbe di un cedimento sulla rotaia a circa due chilometri e 300 metri dal luogo dell'incidente e non allo scambio come si era ipotizzato inizialmente. Sono comunque in corso accertamenti per individuare il punto esatto e le cause del disastro, sono trascorse ancora poche ore». A parlare è Vincenzo Macello, responsabile di Rfi della Lombardia.

La dinamica - I tecnici della Rfi hanno accertato il cedimento del piccolo tratto di rotaia due chilometri più indietro rispetto al luogo del deragliamento. L'ipotesi è che in quel punto tre carrozze siano uscite dai binari, ma il convoglio - partito da Cremona e diretto a Milano Piazza Garibaldi con a bordo circa 350 persone, in maggioranza pendolari - ha continuato a camminare fino a quando uno dei vagoni fuori asse ha impattato contro un palo della trazione elettrica e si è accartocciato.

La ricostruzione è coerente con la scena che si è presentata ai primi soccorritori, con le carrozze centrali del convoglio deragliate ed intraversate ad un angolo di circa 90 gradi l'una dall'altra. All'interno sono rimaste intrappolate a lungo numerose persone, poi liberate dai soccorritori, mentre una spola di ambulanze ed elicotteri trasportavano in ospedale i feriti.

I testimoni - Anche i racconti dei testimoni sembrerebbero avvalorare la stessa ipotesi. Uno dei passeggeri infatti ha raccontato che «all'improvviso il treno ha iniziato a tremare, poi si è sentito un boato e le carrozze sono uscite dai binari». Un ferito ha detto di avere «sentito il treno vibrare e poi è avvenuto l'impatto». Drammatica testimonianza di una ragazza al telefono con i genitori: «Mamma aiuto, il treno sta uscendo dai binari».

E poco più di 6 mesi fa, il 23 luglio scorso, un altro treno di Trenord era parzialmente uscito dai binari proprio a Pioltello, senza però provocare feriti fra i passeggeri. La Procura di Milano ha aperto un'inchiesta con l'ipotesi di reato di disastro ferroviario colposo.

 

 

Fonte: 20 Minuti